#giuliosiamonoieuropei

Verità e giustizia per Giulio Regeni
Una battaglia europea


Promuoviamo la campagna #giuliosiamonoieuropei fin dal 2019, perché il ricercatore italiano Giulio Regeni, rapito al Cairo il 25 gennaio 2016 e abbandonato senza vita una settimana dopo sul ciglio di una strada egiziana coi segni di efferate torture sul corpo, era un cittadino europeo. Perché insieme ai suoi, sono stati violati i diritti umani di tutti noi.


A pretendere verità e giustizia dall’Egitto dovrebbero quindi essere le stesse istituzioni europee, insieme ai governanti degli Stati membri. Ma, mentre sul piano giudiziario il lavoro della magistratura italiana va avanti, a livello politico sia in Italia che in Europa, nei rapporti con l’Egitto hanno fin qui prevalso la prudenza della diplomazia e gli affari. Questo approccio può essere cambiato solo da una forte mobilitazione della società civile europea.
Ed è appunto partendo da questa convinzione che il 25 gennaio di ogni anno, oltre a sostenere la campagna “Verità per Giulio Regeni” di Amnesty International, promuoviamo questa iniziativa che mira a informare e a sensibilizzare l’opinione pubblica europea. Nello spirito di una battaglia comune, perché #giuliosiamonieruopei.


RASSEGNA STAMPA

2021

La Repubblica

garagErasmus

2020

La Repubblica

Open

2019

La Stampa

Abbiamo pubblicato in tempo reale sui nostri account social tutte le foto ricevute